ALICE SPECIAL GUEST

Una produzione Teatrialchemici e Orchestra Tito Schipa di Lecce
Prima rappresentazione: 02/05/2014 Cantieri Teatrali Koreja, Lecce

 

MUSICA Pasquale Corrado 

LIBRETTO Luigi Di Gangi, Julio Garcia Clavijo, Ugo Giacomazzi

REGIA Ugo Giacomazzi e Luigi Di Gangi

SCENE Ugo Giacomazzi e Luigi Di Gangi

LUCI Luigi Biondi

INTERPRETI Ljuba Bergamelli (soprano) Leonardo Galeazzi (baritono) Fabio Buonocore (tenore) Michela Marrazzi, Antonella Sabetta, Ugo Giacomazzi (attori)

Alice è una ragazzina che studia in un coro “vecchio maniera” la cui insegnante lascia poco spazio all’immaginazione. Mentre i suoi compagni sembrano accettare questo metodo, la nostra protagonista proprio non ci riesce e sembra perdersi e confondersi. In un’escalation d’insofferenza urlerà la sua necessità di fuggire via dando inizio al suo viaggio, forse onirico, in questo nuovo mondo delle meraviglie in cui amiamo perderci seguendola. A condurci in questo viaggio iniziatico che segna il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, sarà la passione per la musica di una ragazzina caparbia che trova il coraggio di ribellarsi, di dire i suoi “No”, e che, mentre affronta le sue nuove e rischiose scoperte, fa i conti con il sentirsi rifiutata, inadeguata, il vedersi cresciuta troppo in fretta e il non riconoscersi più in un corpo che fino a ieri sembrava così piccolo. Ma un viaggio è meraviglioso solo se ti insegna qualcosa e ti lascia indelebile un messaggio: Alice, al risveglio, avrà una consapevolezza diversa di cosa significhi avere successo nella vita e delle relazioni umane in generale.

IL MODELLO DI CARROLL
I personaggi archetipici del modello originale in quest’opera si sono frammentati, disciolti in diversi caratteri, contribuendo alla creazione di nuovi archetipi (la musica, la moda, le droghe, il cibo, il sesso, il successo) più vicini ai giovani della società attuale, nel linguaggio e nello stile.

LA MUSICA
La creazione di Pasquale Corrado sembra sondare un nuovo linguaggio di corti circuiti colti e pop, le citazioni di grandi classici si mischiano a quelle di artisti contemporanei e fanno di quello di Alice un viaggio tra alcune delle note più rappresentative della nostra storia musicale come se camminassimo insieme con lei sulle righe di un gigantesco pentagramma spazio-temporale.

ORGANICO
1 flauto; 1 oboe, 1 clarinetto in sib; 1 fagotto; 2 corni; 1 tromba; 1 trombone; 2 percussionisti; 1 arpa; archi. 1 direttore d’orchestra. L’organico orchestrale può andare da un minimo di 20 elementi ad un massimo di 23.

DURATA 50’

Foto

Back to Opera